Chi trova un socio privato trova un tesoro?

Abbiamo studiato da tempo l’intreccio di rapporti tra il Comune di Ascoli Piceno, Ascoli Servizi Comunali ed Ecoinnova fin dall’uscita del bando di gara per la ricerca del socio privato di Ascoli Servizi Comunali a cui affidare il servizio di RSU, verde e illuminazione pubblica, in quell’occasione con gli amici dell’Associazione Bene Comune e con Legambiente. Abbiamo criticato questo passaggio perché per vari motivi concreti preferiamo che servizi così importanti rimangano pubblici. Il Comune ha tirato dritto fino all’aggiudicazione della gara a Ecoinnova. Proprio in questi giorni quest’avventura compie due anni.

CLICCA SULL'IMMAGINE PER VEDERE MEGLIO

CLICCA SULL’IMMAGINE PER VEDERE MEGLIO

Nonostante mesi di studio sugli gli atti disponibili da parte di alcuni Attivisti, non siamo riusciti a capire bene lo stato attuale di questa collaborazione con il privato,e non vorremmo che alla fine anche questa volta la privatizzazione di un servizio pubblico, portata avanti sventolando le promesse dell’efficienza e del risparmio, si riveli una fregatura per i Cittadini. Abbiamo perciò presentato un’interrogazione al Sindaco al fine di dissipare i nostri dubbi e capire bene come sono gestiti i servizi e i soldi pubblici in questa faccenda.Leggi ancora

L’abbandono del Parco dell’Annunziata

798161_10151377525298643_1358376138_o

Dalla tragedia del 15 Giugno 2013 nulla è stato fatto sull’Annunziata, il parco si è ormai trasformato in una terra di nessuno: le stradine e le scalinate di accesso non sono mai state messe in sicurezza e sono ancora chiuse con nastri e transenne.
Gli studenti dell’Università per andare a lezione devono trasgredire alle norme di sicurezza mentre l’Amministrazione comunale non ha fatto nulla. Il Comune ha contratto mutui, ha indebitato i cittadini per la gestione ordinaria della città realizzando piazze, fontane, asfaltando strade ma si è completamente dimenticata del Parco dell’Annunziata anzi spesso e volentieri lo stesso comportamento viene tenuto da Ascoli Servizi Comunale e questo fa sì che l’immondizia stazioni a lungo nel parco contribuendo al degrado di quello che dovrebbe essere un vanto per la cittàPer non parlare poi della gestione ordinaria del Parco: in alcune aree, oltretutto spesso meta di turismi per ammirare la nostra città dall’alto, l’erbaccia incolta ha superato i 50 cm ed è praticamente impossibile da raggiungere.
Vorremmo chiedere al sindaco Castelli se nella montagna di debiti (60 milioni di euro? Ci piacerebbe tanto essere più precisi ma il nostro comune non un è un campione di trasparenza!) che ci ha gentilmente regalatocon i botti di fine campagna elettorale non si potessero destinare qualche migliaio di euro per il Parco dell’Annunziata? Forse però la ristrutturazione di questo Parco non rientra nel “fare fare fare” (ripetuto come una cantilena da tutti i candidati a sostegno del Sindaco uscente), forse non genera consenso come i tanti cantieri sparsi in città, anche se a noi sembra stiano creando più disagi che altro.

E’ sicuramente una vecchia usanza della politica quella di utilizzare i Lavori Pubblici per raccogliere consenso, lo sa perfettamente un Assessore che ha visionato fisicamente con tanto di sedia lo svolgimento dei lavori a Porta Capuccina…dato che l’ultimo Palio vinto risale al 2012 magari qualcuno pensava di non votarlo più?

Noi del Movimento 5 Stelle di Ascoli Piceno crediamo che il Parco dell’Annunziata vada valorizzato, ristrutturato e messo in sicurezza perché è una risorsa importante per tutta la cittadinanza e per tale ragione c’è un punto specifico sul nostro programma.