Scrutatori di partito, e sembra strano che a noi sembri strano

Si è aperta una discussione riguardo il metodo di scelta degli scrutatori per le prossime elezioni regionali delle Marche nel comune di Ascoli Piceno.

La norma attuale prevede che essi siano nominati dalla commissione elettorale, composta da 2 consiglieri di maggioranza e uno di opposizione. Ringraziamo il consigliere Allevi per averci contattato in quanto in passato non sempre sono state considerate tutte le minoranze, ma sono diversi i punti in cui ci troviamo in disaccordo.Leggi ancora

Nomina degli scrutatori: noi la vediamo così

scrutatori

Venerdì sera Roberto Allevi, consigliere comunale del PD e membro della commissione elettorale, ci ha chiamato per offrirci 3-4 posti per gli scrutatori per le prossime elezioni regionali.

Il sistema “normale” prevede che si nominino persone vicine alla propria area politica, per fiducia, riconoscimento, e magari al tempo stesso per rafforzare la propria base elettorale. Sarebbe stato sicuramente più semplice e redditizio a livello politico fare così, ma a noi le nomine non piacciono, preferiamo il merito o in casi come questo l’estrazione a sorte.

L’essenza del Movimento è portare il cambiamento di spirito e di metodo nel sistema politico. Non cercare i voti in qualsiasi modo, o fare favori agli amici.

Leggi ancora