INTERROGAZIONE RIFIUTI OCMA E POLVERI SOTTILI IN FRAZIONE VILLA SANT’ANTONIO

123

AL SIGNOR SINDACO

MOVIMENTO 5 STELLE ASCOLI PICENO

CONSIGLIERI: GIACOMO MANNI, MASSIMO TAMBURRI

INTERROGAZIONE URGENTE:  RIFIUTI OCMA E POLVERI SOTTILI IN FRAZIONE  VILLA SANT’ANTONIO

Premesso che

Nell’ Ottobre 2010, in frazione Villa Sant’Antonio,  furono sequestrati  ben 1500 tonnellate di rifiuti tossici pericolosi presso lo stabilimento Ocma. I rifiuti per loro natura emanano esalazioni e polveri tossiche molto pericolose per la salute. Ciò nonostante il Comune di Ascoli Piceno ha concesso lunghe proroghe alla società Ocma per la loro rimozione. Attualmente la società Ocma è stata dichiarata fallita e, trascorsi quattro anni,  i rifiuti non sono ancora stati smaltiti ed anzi sono considerevolmente aumentati.

Ai sensi del decreto legislativo 152/2006 art. 192 comma 3  il Comune di Ascoli Piceno è tenuto, in tali circostanze , al diretto smaltimento dei rifiuti.

Lo stabilimento Ocma si trova a ridosso del centro abitato e in particolare a breve distanza dalla Scuola Primaria e Scuola dell’Infanzia di Villa Sant’Antonio. La scuola di Villa Sant’ Antonio si trova posizionata anche a pochi metri dalla centralina di monitoraggio delle polveri sottili. Tale centralina ha registrato, durante il suo funzionamento, valori di polveri sottili cancerogene (pm10 ) molto al di sopra dei limiti consentiti dalla legge, qualificando la zona tra le peggiori della Regione Marche. Tali dati  obbligano le autorità competenti, in primis il sindaco di Ascoli Piceno, ad intervenire con urgenti azioni di risanamento. Nonostante tale situazione richiedesse un monitoraggio accurato e costante, va altresì segnalato che da circa due anni  non si hanno più dati rilevati dalla centralina poiché la stessa è stata spenta ed attualmente non viene effettuato nessun controllo sull’aria/ambiente della zona. Alla Luce di quanto esposto emerge con chiarezza che Villa Sant’Antonio, la scuola dell’Infanzia e la scuola Primaria di Villa Sant’Antonio si trovano pertanto esposte ad un gravissimo inquinamento ambientale. Le polveri sottili e le esalazioni tossiche dei rifiuti Ocma sono agenti cancerogeni, ancor più pericolosi per i bambini in fase di crescita.

Tutto ciò premesso

Si chiede

  1. Quali misure intenda adottare il Sindaco di Ascoli Piceno per risanare la grave situazione ambientale di Villa Sant’Antonio;
  2. In che tempi intende ottemperare all’obbligo di smaltimento dei rifiuti della Ocma  come imposto dal citato art. 192 decreto legislativo 152/2006;
  3. Quali misure prevede di adottare per  evitare l’esposizione dei bambini di Villa Sant’Antonio a una cosi alta concentrazione di agenti cancerogeni.

 

Risposta in consiglio comunale

MOVIMENTO 5 STELLE  ASCOLI PICENO

I CONSIGLIERI COMUNALI GIACOMO MANNI E MASSIMO TAMBURRI