L’abbandono del Parco dell’Annunziata

798161_10151377525298643_1358376138_o

Dalla tragedia del 15 Giugno 2013 nulla è stato fatto sull’Annunziata, il parco si è ormai trasformato in una terra di nessuno: le stradine e le scalinate di accesso non sono mai state messe in sicurezza e sono ancora chiuse con nastri e transenne.
Gli studenti dell’Università per andare a lezione devono trasgredire alle norme di sicurezza mentre l’Amministrazione comunale non ha fatto nulla. Il Comune ha contratto mutui, ha indebitato i cittadini per la gestione ordinaria della città realizzando piazze, fontane, asfaltando strade ma si è completamente dimenticata del Parco dell’Annunziata anzi spesso e volentieri lo stesso comportamento viene tenuto da Ascoli Servizi Comunale e questo fa sì che l’immondizia stazioni a lungo nel parco contribuendo al degrado di quello che dovrebbe essere un vanto per la cittàPer non parlare poi della gestione ordinaria del Parco: in alcune aree, oltretutto spesso meta di turismi per ammirare la nostra città dall’alto, l’erbaccia incolta ha superato i 50 cm ed è praticamente impossibile da raggiungere.
Vorremmo chiedere al sindaco Castelli se nella montagna di debiti (60 milioni di euro? Ci piacerebbe tanto essere più precisi ma il nostro comune non un è un campione di trasparenza!) che ci ha gentilmente regalatocon i botti di fine campagna elettorale non si potessero destinare qualche migliaio di euro per il Parco dell’Annunziata? Forse però la ristrutturazione di questo Parco non rientra nel “fare fare fare” (ripetuto come una cantilena da tutti i candidati a sostegno del Sindaco uscente), forse non genera consenso come i tanti cantieri sparsi in città, anche se a noi sembra stiano creando più disagi che altro.

E’ sicuramente una vecchia usanza della politica quella di utilizzare i Lavori Pubblici per raccogliere consenso, lo sa perfettamente un Assessore che ha visionato fisicamente con tanto di sedia lo svolgimento dei lavori a Porta Capuccina…dato che l’ultimo Palio vinto risale al 2012 magari qualcuno pensava di non votarlo più?

Noi del Movimento 5 Stelle di Ascoli Piceno crediamo che il Parco dell’Annunziata vada valorizzato, ristrutturato e messo in sicurezza perché è una risorsa importante per tutta la cittadinanza e per tale ragione c’è un punto specifico sul nostro programma.

EMERGENZA CENTRO STORICO PER I COMMERCIANTI E RESIDENTI

SAM_0793_800x600Le iniziative dell’attuale amministrazione sono un colpo di grazia per i commercianti e un inferno per i residenti del centro storico

Il MoVimento 5 Stelle Ascoli Piceno ha elaborato un questionario per i commercianti, che distribuiamo da qualche settimana e ci è servito a comprendere meglio le numerose difficoltà delle attività commerciali. È emerso un quadro molto preoccupante.

In una realtà come quella ascolana, con un tasso di disoccupazione altissimo soprattutto tra i giovani, l’attuale amministrazione, invece di sostenere i commercianti, gli artigiani e le piccole attività del centro storico, rende ancor più gravosa la situazione.

Oltre che per la tassazione altissima, il piccolo commercio è ormai allo stremo a causa dei lavori ripetuti, concentrati nello stesso periodo solo per propaganda elettorale, senza una data prefissata di fine lavori. Le vie del centro, anche quelle più importanti come corso Mazzini, sono un campo di battaglia, le vie di accesso chiuse o impraticabili. I parcheggi sono introvabili o comunque carissimi addirittura più che a Roma per l’annosa e scandalosa questione della gestione Saba. È un colpo di grazia per i commercianti e un inferno per i residenti. E nel frattempo le tasse aumentano, mentre i servizi peggiorano.

Di fatto è un ulteriore favore per i centri commerciali, a scapito del commercio al dettaglio della Città: la questione è particolarmente grave, perché oltre al danno economico c’è il danno sociale. I negozi sono una parte fondamentale del tessuto sociale di quartiere, ormai impoverito e degradato. È desolante vedere Piazza del Popolo e tutte le altre meravigliose piazze ascolane sempre semivuote, l’assenza di bambini che giocano per strada è un indicatore ambientale che segnala una società malata.

Il Movimento Cinque Stelle denuncia questa situazione ormai drammatica e la considera una priorità assoluta da risolvere con urgenza quando amministreremo la città organizzeremo eventi nei quartieri, come mercatini tematici itineranti e feste di via per rianimare la vita sociale e commerciale della Città. In generale per rilanciare lo sviluppo economico della Città, oltre a misure tampone per alleviare la sofferenza dei cittadini in difficoltà tra cui i commercianti, sarà fondamentale un progetto a lungo termine di turismo culturale come non è stato mai fatto, che metterà in sinergia tutto il territorio piceno e i diversi settori dall’enogastronomia all’artigianato.

Conferenza stampa alla libreria Rinascita di Peppe Giorgini del Movimento 5 stelle di S. Benedetto del tronto e Giacomo Manni del Movimento 5 Stelle di Ascoli Piceno sui rifiuti dell’SGL Carbon

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Peppe Giorgini del Movimento 5 Stelle di San Benedetto del Tronto e Giacomo Manni del Movimento 5 Stelle di Ascoli Piceno descrivono in una conferenza stampa alla libreria Rinascita di Ascoli Piceno l’ esposto che si accingono a portare alla procura, relativamente a siti inquinati e di rischio ambientale riguardante rifiuti pericolosi,probabilmente della SGL Carbon, in particolare si parla di grafite radioattiva e di una discarica nel fiume Tronto.

L’esposto è stato sottoscritto anche dal Movimento 5 Stelle di Ascoli Piceno e Legambiente.

Chi Siamo

logo-APp

Siamo un gruppo di Cittadini Ascolani da sempre impegnati sul nostro territorio e da sempre vicini alle iniziative promosse da Beppe. Abbiamo seguito i meetup già dal 2006 e nell’anno 2007 abbiamo aperto il meetup “Amici di Beppe Grillo di Ascoli Piceno” , un mezzo che ci ha permesso di conoscerci meglio, di incontrarci, di creare gruppi di lavoro  e di attivarci sul territorio.

Nel corso degli anni, sotto il nome di “Amici di Beppe Grillo Ascoli Piceno”, abbiamo realizzato e collaborato a numerose iniziative ed eventi, tra cui: V-day (settembre 2007, circa 2.000 firme raccolte, certificate e spedite), raccolta firme contro una centrale Turbogas che si voleva realizzare nella nostra zona (dicembre 2007), raccolta firme contro l’istituzione della Provincia di Fermo (dicembre 2007), V-day 2 (aprile 2008, circa 1000 firme raccolte, certificate e spedite), Commemorazione della strage di via D’Amelio (luglio 2009), incontro con Salvatore Borsellino e Gioacchino Genchi chiamato “Giustizia e verità” (settembre 2009), manifestazione contro la visita di Marcello Dell’Utri ad Ascoli Piceno (novembre 2009), raccolta firme “L’acqua non si vende” per la promozione del referendum contro la privatizzazione dell’acqua pubblica (aprile 2010), raccolta firme per la proposta di legge regionale di iniziativa popolare “Privilegi Zero Marche” (Dicembre 2011), ecc…

Molti di noi hanno inoltre partecipato ad alcuni incontri o manifestazioni promosse da Beppe a livello  nazionale, come l’incontro di Firenze (marzo 2009), la manifestazione a Roma delle Agende Rosse di Paolo Borsellino (settembre 2009),l’incontro al teatro Smeraldo di Milano dove è nato il “Movimento 5 Stelle” (ottobre 2010),l’incontro al Cozza day (settembre 2011), diverse marce NO TAV in Val Susa (Chiomonte/luglio 2011, Bussoleno-Susa/febbraio 2012, Giaglione- Chiomonte/luglio 2012, ecc…) e molte altre iniziative che ci hanno visto protagonisti come società civile attiva.

Nel giugno 2009, durante le ultime elezioni comunali di Ascoli Piceno, abbiamo tentato di  creare una lista civica a “5 stelle” di rottura con l’esistente, ma, nostro malgrado, non siamo riusciti nel nostro intento; complice anche il fatto che all’epoca il MoVimento 5 Stelle non esisteva ancora.

Oggi, siamo ancora protagonisti di numerose altre battaglie contro i nuovi “tentativi”, attuati dalla solita cricca, di “distruggere” il nostro territorio, la nostra vita e il futuro dei nostri figli. Nello specifico né riportiamo alcune:

–         Centrale Turbogas (Si vorrebbe realizzare, finanziata da un privato, una centrale che una volta entrata in funzione butterebbe nell’atmosfera gas serra, anidride carbonica per 240.000 tonnellate annue,  ossidi di azoti per circa 7.000 kg, ossidi di carbonio per 5.600 kg e altre polveri ultrasottili dannose per la salute.

–         Elettrodotto di alta tensione Fano-Teramo progettato dalla Terna, che interesserà le Regioni di Marche e Abruzzo “colpendo” anche il nostro territorio;

–         La Cementificazione di una grande area industriale ora dismessa (Sgl Carbon – lavorazione carbone ), in funzione fino a pochi anni fa, che ha provocato con molta probabilità gravi danni all’ambiente e alla salute umana (occorrerebbe una bonifica dell’intera area);

–           Convegno informativo, fine 2012 e inizio 2013, sui danni alla salute legati ai grossi impianti a Biomasse e un Convegno su Bilancio Partecipato.

Per le Elezioni Nazionali del 2013 abbiamo raccolto le firme per la presentazione delle liste nella Circoscrizione Marche (Provincia Ascoli Piceno) e contribuito alla campagna elettorale organizzando banchetti e dibattiti con i Candidati, affiggendo i manifesti negli spazi elettorali assegnati al MoVimento e svolgendo il ruolo di Rappresentanti di lista per alle elezioni nazionali. La Provincia di Ascoli è risultata, anche grazie al grande lavoro e sacrificio fatto dal nostro gruppo, una delle prime Provincie in Italia come numero di Cittadini votanti il M5S.

Oggi il MoVimento rappresenta l’unica e l’ultima speranza che ci rimane per poter salvare il nostro splendido e disgraziato Paese, ed è per questo che noi  abbiamo il dovere morale d’informare, di coinvolgere e di non far mai sentire sole tutte quelle persone attive che non si arrendono mai e che continuano a resistere.

Siamo cittadini nauseati dalla politica tradizionale sostenuta da una casta autoreferenziale che pensa solo ai propri interessi.

Vogliamo che la politica ritorni ad occuparsi di cose di tutti i giorni per risolvere i problemi e migliorare la vita della comunità guardando alle sfide del futuro per contribuire ad offrire un mondo per le future generazioni, almeno non peggiore dell’attuale.


Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"